You are currently viewing Progetto Itaca: le rotte della salute mentale

Progetto Itaca: le rotte della salute mentale

Progetto Itaca: le rotte della salute mentale

La cura dell’adolescenza ferita come promozione della democrazia

Il progetto “Itaca”, nasce come uno dei tre progetti voluti per poter potenziare il messaggio portato avanti dal Manifesto della Salute Mentale. Nello specifico si tratta di un festival sulla salute mentale e della salute mentale, che si svolgerà ogni anno tra Monfalcone e Trieste. La scelta di Trieste è simbolica soprattutto rispetto alla sua storia attraversata in primis dal movimento della riforma Basaglia. Il festival quest’anno è stato alla sua prima edizione ed è durato una giornata. Nel luglio 2024 si svilupperà in tre giornate e dal luglio 2025 sarà sviluppato in una settimana intera. La SPI è la società scientifica capofila che ha assunto il ruolo di direzione scientifica. Vi sono per il momento due importanti collaborazioni, con la Lega Navale sezione di Monfalcone e con la FeNaCoPsi (Federazione Nazionale per le Comunità ad orientamento Psicoanalitico). Quest’anno si sono coinvolti circa 50 tra operatori e ragazzi ospitati nelle comunità del circuito FeNaCoPsi, dall’anno prossimo si inviteranno a partecipare tutti gli studenti delle quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo livello di Trieste e Monfalcone e dal 2025 si estenderà a tutti i dsm, Carceri minorili. L’obiettivo è promuovere il manifesto della salute mentale attraverso una partecipazione attiva delle persone fragili, in età evolutiva, detenute, nella propria cura e riabilitazione, fornendo un’importante funzione di promozione del benessere psichico.
Il festival “ITACA”, è stato pensato come manifestazione basata sulla promozione del diritto alla salute Mentale sullo sfondo della metafora della navigazione come possibilità di poter raggiungere tutti la propria personale Itaca di benessere psichico, attraverso un viaggio costruito sulla cura, o sulla democrazia, territorialità, multidisciplinarietà e democrazia. Nello specifico si tratta della realizzazione di un programma di attività che unisce momenti di riflessione e di scambio di esperienze sui temi del disagio sociale e della salute mentale. Si sviluppa attraverso due momenti specifici:

1. Costruzione di esperienze laboratoriali sulla tematica specifica della salute mentale rivolte alle scuole, istituzioni comunitarie. Dipartimenti di salute mentale, carcere minorile, cittadinanza tutta. I laboratori verranno svolti prima del festival vero e proprio.

2. Festival Itaca. Si tratta di un programma residenziale che vedrà animarsi il paese di Monfalcone e il suo omonimo porto di convegni, laboratori, gemellaggi, pratiche sportive, stand di promozione di associazionismo del terzo settore ecc. Tutto sotto lo sfondo di una veleggiata che nel tempo coinvolga sempre più equipaggi e persone e che abbia come mission la promozione del diritto alla salute mentale a partire proprio dai principi del Manifesto Della Salute Mentale. Un festival diffuso che diventi festa della salute mentale e spazio di confronto e riflessione in cui far convergere sempre più un discorso di rinnovamento e riorganizzazione del SSN.

 

 Leggi il programma dell’edizione del 2023

Lascia un commento